fondo9


Sconto promozionale fino al 20% su una selezione di libri (termina il 31 dicembre)


Orientamenti strategici e programmi integrati per Giugliano in Campania

Emma Buondonno
Chiara D’Alise, Caterina Sades (a cura di)
Rossella Russo (con il contributo di)
20,00 €
16,00 €
Sconto4,00 €

alt collana Ricerche e Progetti di Architettura e di Urbanistica
alt 21 cm x 26 cm
alt brossura
alt 94 pagine
alt 46 immagini a colori e 16 in b/n
alt 2013-6
alt ISBN 978-88-89972-38-0
alt opera in libero accesso

La presente pubblicazione è il frutto dei risultati scientifici dello studio realizzato in collaborazione tra il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e il Comune di Giugliano in Campania.
Vengono qui descritte le fasi di inizio del Programma Integrato Urbano Europa con la stesura del “Documento di Orientamento Strategico” DOS e dei “Progetti Integrati di rigenerazione Urbana” PIU Europa.
La redazione del Documento di Orientamento Strategico è l’occasione per programmare a Giugliano in Campania un futuro partecipato, ossia un modello di sviluppo socio-economico della città condiviso fra i diversi attori istituzionali, sociali ed economici. Nella nuova fase di programmazione 2007/2013, il DOS rappresenta, infatti, lo strumento di programmazione atto a definire obiettivi e strategie partecipate di sviluppo locale nel quadro progressivo di decentramento di funzione alle regioni e poi ai comuni.
Attraverso l’analisi dei fabbisogni principali della comunità giuglianese sono stati delineati una serie di strategie e di interventi di carattere generale che fanno da cornice e da cerniera alla programmazione economica ed alla pianificazione territoriale del comune. All’interno del DOS, infatti, sono inserite le opere pubbliche già facenti parte del piano per il triennio 2008/2010, e la programmazione dei fondi strutturali comunitari e nazionali.
In sintesi, quando si parla del DOS, si intende la strategia generale che l’amministrazione decide di mettere in campo almeno per i prossimi dieci anni, attraverso la condivisione di una visione futura della città che tiene conto delle trasformazioni urbane, culturali, sociali ed economiche intervenute.
Sulla scorta delle città europee che nell’ultimo decennio hanno dimostrato grande vitalità e capacità di rilancio rappresentando il luogo di sperimentazione delle politiche di rigenerazione urbana, la programmazione comunitaria ha riconosciuto nelle città ed, in particolare, nelle città medie, una centralità indiscussa nella definizione delle strategie e politiche di sviluppo del territorio in un’ottica di equità sociale e sostenibilità ambientale. Le 19 città medie della Campania, con popolazione superiore ai 50 mila abitanti, costituitesi in “rete delle città medie” hanno prodotto e condiviso i documenti propedeutici, protocollo d’intesa e linee guida, per la definizione dei nuovi “Progetti Integrati di rigenerazione Urbana” PIU Europa.

Questo sito utilizza cookies tecnici, cookies analytics e cookies di terze parti (altri siti e piattaforme web) per il monitoraggio delle visite al sito, la condivisione dei contenuti sui social network, la compilazione automatica di moduli e/o la visualizzazione di contenuti multimediali. Continuando a navigare acconsenti a usare eventuali cookie presenti in siti esterni a cui sono attivi dei collegamenti che, comunque, sono attivati volontariamente.