fondo9


Sconto promozionale fino al 20% su una selezione di libri (termina il 31 dicembre)


La città dei bambini e delle bambine in Villa Giulio de la Ville a Ercolano

Emma Buondonno
Emilia Battisti, Francesca Solaro, Dario Lauria (a cura di)
20,00 €
16,00 €
Sconto4,00 €

alt collana Ricerche e Progetti di Architettura e di Urbanistica
alt 21 cm x 21 cm
alt brossura
alt 84 pagine
alt 63 immagini a colori e 20 in b/n
alt 2012-10
alt ISBN 978-88-89972-33-5
alt opera in libero accesso

Ercolano si sviluppa storicamente lungo le basse pendici del Vesuvio, fino alla costa, nell’area attraversata dalla via Antiniana: alla sua stratificazione storica si associano valori paesistici ed ambientali che vanno salvaguardati nel pieno rispetto delle dinamiche evolutive connesse al vulcanismo. La sua collocazione rispetto a Napoli e al Vesuvio consente di individuarla come la principale porta di accesso al Parco Nazionale del Vesuvio.
Per Ercolano è necessario prevedere interventi finalizzati alla realizzazione del sistema integrato dei trasporti, al risanamento ambientale, alla tutela della stratificazione storica. Nell’ottica di un complessivo riequilibrio urbano, altri interventi dovranno riguardare la dotazione di attrezzature e servizi necessari per la popolazione residente e per lo sviluppo del settore turistico-culturale.
Gli interventi proposti tendono alla riqualificazione complessiva della città di Ercolano partendo dalle porzioni degradate del centro storico fino ad ottenere una ricomposizione complessiva tra ambiente naturale e ambiente costruito. Il centro storico della città di Ercolano è un tessuto fortemente stratificato ed eterogeneo per la presenza di diverse realtà sociali, urbanistiche ed economiche, che tuttavia formano un unicum inscindibile.
Nella consapevolezza di tale condizione, gli studi universitari affrontano il tema dell’intervento in aree degradate all’interno della città storica affinché la composizione architettonica appropriata, anche di un singolo edificio e degli spazi contigui nelle relazioni con preesistenze naturali ed artificiali, possa assumere un ruolo decisivo nei processi di recupero urbano, capace di produrre effetti determinanti nel miglioramento dell’habitat.

Questo sito utilizza cookies tecnici, cookies analytics e cookies di terze parti (altri siti e piattaforme web) per il monitoraggio delle visite al sito, la condivisione dei contenuti sui social network, la compilazione automatica di moduli e/o la visualizzazione di contenuti multimediali. Continuando a navigare acconsenti a usare eventuali cookie presenti in siti esterni a cui sono attivi dei collegamenti che, comunque, sono attivati volontariamente.